Arredare la camera da letto

Dal momento che trascorriamo un terzo della nostra vita dormendo, dunque nella camera da letto, è importante che questa stanza molto particolare sia il più possibile funzionale, comoda e accogliente, un ambiente dall’atmosfera speciale da arredare ponendo la massima attenzione ad ogni dettaglio. E’ per questo che la scelta di come arredare la stanza da letto deve essere curata in ogni particolare, valutando con attenzione lo stile e la disposizione dei singoli elementi e complementi d’arredo. In questa guida troverete alcuni consigli utili su come arredare la vostra camera da letto nella maniera corretta.

Arredare camera da letto

La giusta illuminazione è uno dei fattori principali che contribuiscono a rendere accogliente una camera da letto. La camera dovrebbe essere disposta ad est, per consentire che la luce solare penetri nella stanza al mattino e che la camera risulti sufficientemente fresca la sera, in particolare durante l’estate. Per quanto riguarda l’arredamento, potrete scegliere tra un numero davvero ampio di soluzioni, disponibili negli stili più svariati.

In base al design della vostra abitazione, ma anche al vostro gusto personale, potrete scegliere mobili in stile classico e tradizionale o elementi d’arredo originali e dallo stile moderno. Non è da escludere nemmeno la scelta di accostare elementi dallo stile diverso, purché sia fatta con cognizione di causa e riesca a donare all’ambiente personalità. Iniziamo a capire quali elementi sono indispensabili all’interno di una camera da letto.

Il letto

E’ facile capire come mai il letto sia l’elemento fondamentale della camera, nonché quello che più di ogni altro contribuirà a creare il comfort e la praticità che in una stanza da letto sono imprescindibili. La stanza da letto è quella nella quale dovrete rilassarvi al termine della giornata, pertanto il letto dovrà essere il più possibile comodo e confortevole. Ricordate che un buon sonno ha ripercussioni importanti sulla salute, pertanto è importante scegliere un letto di qualità, evitando di risparmiare eccessivamente sulla rete o sul materasso.

Il letto dovrebbe essere disposto a nord, se possibile in direzione parallela alla finestra o, in alternativa, perpendicolarmente ad essa. Nel caso in cui la vostra stanza sia particolarmente grande, il letto può anche essere posizionato al centro della camera. Evitate di collocare il letto davanti alla porta o in vicinanza delle ante dell’armadio, poiché ne ostacolerebbe l’apertura. In commercio troverete una vastissima gamma di modelli, in grado di soddisfare anche il cliente più esigente. Per quanto riguarda il materiale, potrete scegliere fra letti di metallo, di legno o perfino di tessuto.

I modelli in legno vengono realizzati utilizzando compensato o pannelli multistrato, ai quali viene in seguito aggiunta un’impiallacciatura di legno. In alternativa, i modelli tradizionali possono essere realizzati in legno massello. Il legno viene dipinto con vernici ad acqua, il più possibile naturali. Se preferite un letto di metallo, potrete scegliere fra due tipologie principali: modelli in ottone e modelli in ferro battuto. I modelli in ferro battuto sono particolarmente raffinati e costosi, poiché la loro realizzazione richiede molto tempo sia per quanto riguarda le decorazioni, sia per quanto concerne la realizzazione del materiale a partire dal ferro.

Il ferro battuto, infatti, viene ottenuto rivestendo il ferro con sostanze antiruggine, poi con alcuni strati di smalto poliuretanico e, per finire, con uno strato di smalto acrilico a base acquosa. I modelli in ottone sono ancora più cari rispetto a quelli in ferro battuto. La lavorazione di questo metallo è particolarmente laboriosa, poiché per ottenere la bronzatura deve essere immerso in acido, tramite un processo chimico di galvanizzazione; in seguito l’ottone viene verniciato ed essiccato all’interno di forni.

I letti in tessuto generalmente sono realizzati con pannelli rivestiti da un tessuto, in genere cotone, che viene applicato tramite velcro. Fa parte di questa categoria anche il sommier, un letto privo di testata. Altri modelli originali di letto, per chi ha delle esigenze particolari, sono i letti ad acqua e i letti a baldacchino. Nel caso in cui disponiate di poco spazio, è possibile optare per un letto dotato di scomparti che permettono di riporre biancheria e oggetti vari, per ovviare alla carenze di un armadio di dimensioni contenute.

Oltre a scegliere la cornice, dovrete anche scegliere gli altri elementi che compongono il sistema letto, ovvero la rete e il materasso. La scelta migliore è quella delle doghe in legno, l’ideale per adattarsi alla forma della colonna vertebrale. Le doghe presentano una resistenza sufficiente ad evitare gli affossamenti del materasso, ma sono anche abbastanza flessibili da adattarsi alla forma del vostro corpo. Nel caso non soffriate di allergie agli acari, potrete scegliere materassi in lana o a molle. Questi ultimi necessitano di uno spessore pari a 15-20 centimetri, mentre i nuovi modelli in poliuretano o in lattice possono essere spessi anche solo dieci centimetri.

Armadio, cassettiera e comodini

Sono elementi d’arredo indispensabili per una camera da letto anche l’armadio, la cassettiera o comò e i comodini. Generalmente l’armadio viene posizionato vicino o di fronte al letto, ed è possibile sceglierlo tra una vasta gamma di modelli. Se la vostra camera da letto è molto grande, potreste decidere di dotarla di una cabina armadio, una sorta di ripostiglio con porta scorrevole (un espediente che consente di utilizzare al meglio lo spazio disponibile).

E’ importante che il vostro armadio-cabina sia dotato di spazi ben organizzati, tramite aste, cassetti, ripiani e scarpiere. Per entrare all’interno della cabina saranno necessari ulteriori sessanta centimetri, ma uno spazio maggiore potrebbe consentirvi di utilizzarla anche come spogliatoio. Un armadio tradizionale può essere dotato di 3 o 6 ante.

Tuttavia, a seconda delle vostre esigenze, potrete acquistare armadi componibili altamente personalizzati in base allo spazio di cui disponete e alle vostre necessità. Per una camera da letto singola spesso si utilizza un modello a ponte, ovvero un armadio strutturato intorno al letto, che permette di sfruttare spazi che, in caso contrario, rimarrebbero vuoti.
Completa l’arredamento della camera da letto il trittico costituito da comò e comodini. Molto spesso al di sopra del comò vi è un grande specchio o, in alternativa, un quadro. I comodini vengono disposti ai lati del letto e utilizzati come piano d’appoggio. Generalmente sono lunghi circa quaranta centimetri e profondi circa trenta centimetri.

Complementi d’arredo

Per una camera da letto, sono particolarmente importanti anche i complementi d’arredo. Le tende, ad esempio, dovrebbero essere scelte tenendo in considerazione lo stile della camera: evitate tende troppo ingombranti in caso di una camera piuttosto piccola, preferendo invece tende a scatto. Per dipingere le pareti potrete optare per i tradizionali colori pastello o per tinte più originali come il blu o il verde. La scelta più classica è rappresentata dal colore bianco o dalla carta da parati. Un tocco di eleganza potrebbe essere fornito dalla moquette, che svolge inoltre un importante ruolo di isolamento termoacustico; come alternativa, potreste optare per il parquet.

Articolo a cura di .