fbpx

Un tempo la cabina armadio era considerata un lusso ed era decisamente poco comune. Tutt’ora molte case non ne sono dotate, ma si può dire che oggi la cabina armadio sia entrata a far parte delle opzioni concrete a disposizione anche di chi non ha una casa di grandi dimensioni. Anche dal punto di vista del prezzo, la cabina armadio non rappresenta una scelta improponibile e può rappresentare una buona alternativa al guardaroba. A seconda dello stile della vostra abitazione e del vostro gusto, potreste scegliere cabine armadio realizzate in diversi materiali e dotate di svariate rifiniture.

Cabina armadio per stanza matrimoniale

A cosa serve

Dal momento che non molti hanno la possibilità di adibire un’intera stanza della propria casa alla funzione di contenere vestiti e scarpe, la cabina armadio rappresenta una buona alternativa, perché utilizza solo una parte di un ambiente. Si tratta quindi di una minuscola stanza, dotata di pareti e di una porta scorrevole, all’interno della quale è possibile scegliere in tranquillità gli abiti e gli accessori da indossare durante la giornata. Una cabina armadio, oltre ad assolvere alla funzione di contenere in maniera ordinata abiti, scarpe e accessori vari, può anche essere utilizzata come spogliatoio, per cambiarsi e controllare il proprio look.

Come è fatta

Generalmente, le pareti di una cabina armadio possono essere realizzate in muratura, in cartongesso o tramite dei telai autoportanti in alluminio, dotati o no di pannellature, che è possibile addossare a una parete o sistemare al centro di una camera, in modo che fungano da divisori. All’interno della cabina armadio, è possibile disporre gli abiti tramite vari supporti. Un’opzione molto diffusa è quella che prevede la sistemazione di boiserie in legno all’interno della pareti della cabina, che permetteranno di fissare mensole o appendiabiti. Le boiserie possono essere realizzate in un altro materiale ecologico e dalla lunga durata, il nobilitato, che può essere decorato con originali rifiniture e laccato.

Per quanto riguarda la porta, è possibile scegliere fra tre opzioni principali:

  • porta a battente: questo tipo di porta necessita di uno spazio libero di 120 centimetri per essere aperta;
  • porta a libro: dal momento che rappresenta un ingombro minimo, è l’ideale per spazi di dimensioni ridotte;
  • porta scorrevole: anche questa scelta consente di guadagnare spazio, dal momento che si avrà bisogno di soli sessanta centimetri di spazio libero davanti alla porta per permettere un passaggio agevole.

Le ante della porta devono essere trattate con sostanze antipolvere, o gli abiti si impolvereranno facilmente, e possono essere realizzate in materiali diversi. Le opzioni principali per quanto riguarda i materiali sono legno, vetro temperato (montato su telai di alluminio) o vetro sintetico (detto anche metacrilato, un materiale che dura a lungo e offre notevole resistenza). Se siete particolarmente ordinati potreste anche optare per delle ante in vetro non satinato, dunque trasparente, ma ricordate che tutto il contenuto della cabina sarà visibile dall’esterno.

Come posizionarla all’interno della camera da letto

Non esiste un’unica risposta a questa domanda, dal momento che è possibile effettuare scelte diverse in base alle proprie esigenze e allo stile della vostra abitazione. E’ chiaro che l’ambiente più ovvio nel quale collocare una cabina armadio è la vostra camera da letto, ma alcune persone scelgono di collocare la cabina nel disimpegno di passaggio tra la stanza da letto e un’altra camera, una scelta che può rivelarsi molto azzeccata nel caso la cabina debba essere utilizzata da più persone. E’ possibile trovare in commercio cabine armadio di forme molto diverse (rettangolare, quadrata, triangolare, rotonda o irregolare). Le cabine che non sono dotate di una forma regolare vanno bene soprattutto per abitazioni i cui spazi presentano dimensioni insolite, non standard. In caso contrario, questo tipo di cabina armadio risulterà occupare molto spazio all’interno della vostra camera da letto. Per quanto riguarda la disposizione nella camera, varia naturalmente a seconda dello spazio che avete a disposizione. La cabina armadio potrà quindi essere posizionata vicino a un muro, in un angolo o al centro di una camera particolarmente grande.

Sistema di Illuminazione

La giusta illuminazione è uno degli elementi fondamentali nel determinare la funzionalità della vostra cabina armadio. Molte persone scelgono di inserire dei piccoli fari nel controsoffitto, una soluzione pratica ed elegante. I genere i faretti sono provvisti di un trasformatore, pertanto dovrete semplicemente attaccarli a una presa elettrica e non avrete bisogno di effettuare alcuna modifica all’impianto della vostra abitazione. Utilizzate lampadine da dodici volt massimo, ovvero lampadine a bassa tensione, sia per evitare il rischio di surriscaldamenti, sia perché alterano meno la visione dei colori, consentendovi di giudicare il vostro look nella maniera migliore. Potrete scegliere tra due tipi principali di lampadine a lunga durata: alogene o led.


[Voti: 135    Media Voto: 5/5]