L’essenzialità e la funzionalità sono le caratteristiche distintive del soggiorno minimalista. Mobili semplici, regolari, privi di ornamenti e dai colori rigorosamente neutri.

Soggiorno minimalista modello Velvet Millennium

Scegliere questo tipo di arredamento significa prediligere pochi accessori, quelli necessari. L’ideale dunque per chi ha poco tempo da dedicare alla casa. Uno stile minimalista gode infatti del vantaggio di avere pochi oggetti e mobili da pulire. Un soggiorno dovrebbe accogliere solo un divano, una poltroncina o sedia, un piccolo tavolino, una lampada, una televisione, eventualmente un tappeto e, qualora ve ne fosse bisogno, anche una libreria.

Soggiorni di questo tipo sono spesso contraddistinti da pareti attrezzate, dove i mobili vengono fissati al muro, facendo guadagnare molto spazio all’ambiente, nonché alla visuale. La scelta di linee semplici, regolari, prive di decorazioni è il punto forte di questo stile. Le superfici dei mobili devono essere lisce e soprattutto sgombre da qualsiasi tipo di oggetto, eccezione fatta per qualche piccolo suppellettile, come una foto, un vaso di fiori, un quadro etc., che eliminano la sensazione di una stanza spoglia e monotona. Uno stile minimal non mostra oggetti inutili, tutto quello che contiene deve essere impiegato e alla portata di mano.

Zona giorno minimalista modello Velvet Millennium

Anche la scelta dei colori deve essere in linea con questa forma di espressione. Via libera dunque a colori neutri e sobri, soprattutto chiari, come il bianco, il nero, il beige o il grigio ma anche sabbia o marrone. Ciò non toglie che si possano prediligere anche colori più accesi, come il rosso, per creare un effetto di contrasto con il colore base dell’arredamento.

Arredamento minimalista modello Velvet Millennium


[Voti: 138    Media Voto: 4.9/5]